English French German Italian

Visite agli articoli
169864

Abbiamo 26 visitatori e nessun utente online

IL BUDDHISMO E IL CIBO

 

Buddha Sakyamuni è rappresentato in genere con la ciotola nella mano sinistra. Questo fatto lo mette chiaramente in relazione con il cibo. Ma quale è questa relazione?

Buddha Sakyamuni era partito lasciandosi alle spalle tutte le ricchezze e gli agi, per andare a cercare una soluzione alla sofferenza del mondo. Durante sei anni di ascetismo il suo cibo è stato ridotto al minimo che poteva trovare nella foresta senza danneggiare animali. Questa esperienza lo portò sull'orlo della morte, ed a quel punto realizzò che una vita solo di privazioni non portava a nessun risultato, così iniziò la sua meditazione sotto l'albero della Bodhi e dopo quaranta giorni ebbe il risveglio, con la comprensione della realtà ultima delle cose.

Negli anni successivi, si adoperò per insegnare tutto quanto aveva appreso, affinché tutti gli esseri potessero seguire il percorso da lui indicato.

Religioni a confronto: l'uomo di oggi tra stress e spiritualità.

Cristiani, Baha'i e Buddhisti - L'apporto del Buddhismo

Parlando nell'ottica buddhista, occorre anzitutto chiarire un problema (relativo) sul termine "religione": Cristiani e Baha'i credono fermamente nell'esistenza di Dio creatore, il Buddhismo no.

-        Se per religione si intende la fede in Dio, creatore del mondo, allora il termine non si addice al Buddhismo.

-        Se si intende il riconoscimento di una realtà soprannaturale, siamo ancora in difficoltà, in quanto il "soprannaturale" è naturalmente dentro di noi, ma non lo vediamo o riconosciamo perché la nostra mente è velata dall'ignoranza.

-        Se infine intendiamo con religione la ricerca e la pratica della spiritualità, allora siamo al posto giusto.(ovviamente non l'unico posto giusto)

istitutoL'ISTITUTO KALACHAKRA

L'Isitituto Kalachakra è stato creato dall'omonima Associazione Centro di Cultura Buddhista Tibetana e per la Pace, nata nel luglio del 2004 ad opera di un gruppo di ticinesi sensibili alla profondità e validità di insegnamenti che hanno radici più che millenarie e che possono cooperare in uno spirito di scambio e di apertura con tutti i movimenti filosofici, religiosi e spirituali operanti in Occidente per una migliore comprensione della vita umana e degli aspetti trascendenti dell'esistenza.

logo2

B U D D I S M O


Molti giudicano improprio il termine «religione», se riferito al Buddismo inteso come religione universale a carattere salvificoliberatorio, fondata sulla predicazione del Budda. In realtà il Buddismo assume connotazioni varie secondo le zone di diffusione.
Essa pone come elementi essenziali dell’esperienza religiosa le tematiche del destino  dell’uomo e il problema dell’angoscia, del dolore, della precarietà dell’esistenza umana,  proponendo una sua originale via di superamento e di liberazione, fondamentalmente più filosofica che religiosa. Il Buddismo vuole porsi come filosofia di vita e soprattutto come  pratica meditativa. Nel momento dell'Illuminazione il Budda avrebbe intuito un preciso imperativo etico: "liberarsi dalle opinioni". L'atteggiamento quindi vuole essere di tipo anti-dogmatico. "La dottrina è simile a una zattera -disse il Budda -, serve per attraversare e non trasportarsela sulle spalle".

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen

AVVISO: I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. I nostri sono solo cookie tecnici, ovvero quelli in grado di registrare informazioni per non costringerci a digitarle ogni volta che visitiamo il sito.