English French German Italian

Login Form

Visite agli articoli
169867

Abbiamo 33 visitatori e nessun utente online

Il principio disponibilità: la mia Verità religiosa e quella dell’Altro

di Loïc Indro D’Orlando

Alcune considerazioni introduttive

Porsi la domanda della propria Verità religiosa in relazione a quella dell’Altro è una problematica di confine tra le religioni.

Per il credente, la propria religione è, prima di tutto, un’esperienza di fede e, quindi, un’esperienza esistenziale vissuta interiormente ed esteriormente. Se è effettivamente così, ovvero, se, dunque, è legittimo parlare della religiosità, anzitutto, come esperienza e, quindi, come pratica spirituale, è anche vero che, nonostante questa primaria e fondamentale dimensione esperienziale, i rapporti, il dialogo tra le religioni sono - molto spesso - di tipo “intellettuale”.

Quest’osservazione non dovrebbe stupire perché sono soprattutto i contenuti sapienziali ad essere esposti, quando il credente si trova a dire la propria fede, a spiegare la propria esperienza, a far comprendere i motivi che orientano la sua religiosità.

L’importanza della storia delle religioni per l’educazione e la vita civile

 di Loïc Indro D’Orlando

Attualmente, di religione nonché di scuola si scrive e si parla molto, sicuramente a ragione, per l’importanza che esse rivestono nella vita e nella costruzione di una società civile. Ora, che il concetto occidentale di civiltà torni ad essere altrettanto dibattuto, non è forse inopportuno mettere a fuoco alcune riflessioni che lo colleghino non solo all’educazione del cittadino, ma anche al tema della religiosità, intesa come fatto antropologico irriducibile.

Oggi, il cittadino, non può più essere, soltanto, di una città, di un popolo, di una nazione. Tale nuova situazione esistenziale implica una conoscenza culturale molto più ampia che in passato, che non può essere acquisita senza relazionarsi con la cultura umana universale e senza tematizzare - con competenza - la questione delle “religioni”, che rappresentano un immenso patrimonio, in tutte le culture di questo mondo.

Seduta di martedì 31 maggio ore 20,30

presso i locali della CERS in via Landriani 10  Lugano

Trattande

Presenti: il presidente, Enrica Pesciallo, Giuseppe Valenti, don Rolando Leo, Gino Driussi, Lucette De Picciotto.


1. lettura del verbale della seduta precedente
2. lettera al signor villa
3. settimana delle religioni 2016
4. picnic interreligioso di settembre
5. sito del forum
6. dimissioni del cassiere signor Coen e sostituzione
7. dimissioni del presidente e sostituzione.
8. futuro del forum
9. varie ed eventuali (On Route)

Un terremoto in Medio Oriente
 
Dalla Libia all'Iran, l'intero Medio Oriente sta attraversando un periodo di conflitti e trasformazioni che hanno delle conseguenze anche sull'Europa

Mostafa El Ayoubi, giornalista di origine marocchina, sociologo di formazione, è caporedattore della rivista ecumenica Confronti ed opinionista di Nigrizia. Nei giorni scorsi è intervenuto a Lugano - su invito del Forum svizzero per il dialogo interreligioso e interculturale - per parlare della situazione in Medio Oriente e Nordafrica, con particolare riferimento al tramonto della primavera araba. Nell'intervista affronta, in grandi linee, i profondi mutamenti in atto in quell'area.

2014 10 23 foto conferenza Lilu2

Il Medio Oriente è attraversato da fortissime tensioni che stanno coinvolgendo in particolare la Siria e ora anche l'Iraq. Che cosa sta succedendo?

Ebrei e musulmani a confronto tra stress e spiritualità

Per la seconda serata del ciclo “L’uomo di oggi tra stress e spiritualità”, per organizzazione del Forum svizzero per il dialogo interreligioso e interculturale, la sala parrocchiale di Santa Teresa, a Viganello, ha ospitato la sera del 2 ottobre un dibattito seguito da un pubblico folto ed interessato.

Le relatrici erano due donne di grande spessore giunte dall’Italia: Miriam Camerini, regista teatrale ebrea, e Patrizia Khadija Dal Monte, opinionista musulmana,  studiosa di islam ed ex-vicepresidente dell’UCOII, l’Unione delle Comunità islamiche d’Italia. Con “verve” e brio, entrambe hanno saputo tenere desta l’attenzione dei presenti ed è interessante notare come vi siano state non poche

FORUM SVIZZERO PER IL DIALOGO INTERRELIGIOSO E INTERCULTURALE

Verbale riunione 24 giugno 2014 in via Somazzi 17 a Breganzona

Presenti: Past. Giuseppe La Torre, Sheik Samir Radouan Jelassi, Giuseppe Valenti, Lucette De Picciotto, Don Rolando Leo, Enrica Pesciallo

Scusato: Giancarlo Coen.

  • Per la pagina Facebook ed anche per il sito si decide di preparare un testo con le regole per gli interventi del pubblico: significato del dialogo, rispetto del linguaggio, delle diverse posizioni, proporre critiche e osservazioni rispettose. Sheik Samir ed Enrica prepareranno un piccolo testo.
  • Lettere ai Parroci ed ai Municipi: vanno bene, ma si decide di chiedere un contributo maggiore alle città e comuni più grandi. La "lettera ai parroci" sarà spedita anche alle comunità religiose che sostengono il forum e a quelle che potrebbero sostenerlo.
  • Sede della prossima conferenza Religioni a confronto: don Rolando contatta la chiesa di Viganello. La conferenza si terrà il primo giovedì di ottobre, quindi il 2 ottobre 2014.
  • Coinvolgimento delle scuole alberghiera e della ristorazione per la settimana delle religioni: Don Rolando contatta la Scuola alberghiera di Bellinzona, sig. Solari, ed il DECS per il coinvolgimento delle mense scolastiche. Enrica contatta la Scuola degli esercenti di Gastrosuisse in via Gemmo a Lugano.
  • Settimana delle religioni: si terrà dal 3 al 9 novembre. Il tema del cibo verrà suddiviso in una conferenza pubblica e in atelier pratici: che cosa si può offrire e che cosa no a chi è di diversa religione con ricette pratiche delle diverse tradizioni. Il primo approccio al tema sarà di tipo culturale.

Dopo questa sensibilizzazione, si potrà passare ad approfondimenti "politici". Lucette conosce una conferenziera di religione ebraica che potrebbe parlare sul cibo.

  • Programma della Settimana delle religioni: a Bellinzona potremo fare una giornata intera il venerdì, mentre a Lugano possiamo fare al lunedì la conferenza pubblica sul cibo, poi martedì, mercoledì e giovedì tre giornate di atelier di cucina. Il sabato sera dopo le 18.00: preghiera in comune. Proposta Giuseppe V.:la conferenza del lunedì potrebbe includere: cibo e nutrizione: insegnamenti delle Religioni.
  • Lucette è incaricata, nel limite del possibile, di organizzare un incontro con il Rabbino per valutare la sua collaborazione.
  • Passeggiata nei luoghi sacri nel giorno del digiuno il 20 settembre alla sera. Pastore La Torre e don Rolando organizzano. Studiare anche passaggio all'Istituto Kalachakra e luogo per preghiera o riflessione Baha'i.
  • Gruppo giovani: Sheik Samir prepara un riassunto delle idee emerse nel primo incontro, dalle quali potremo elaborare un programma per l'autunno. Anche Giuseppe V. desidera partecipare e chiede di essere avvisato per tempo.
  • Sito web: dobbiamo pensare se lasciare le pagine delle Comunità, se fare pagine dei membri del Comitato; occorre pensare in anticipo a quale controllo mantenere quando l'associazione si ingrandisce.
  • Iscrizione a Registro di commercio: ci pensa Sheik Samir, Enrica gli manderà il modello di lettera per l'esonero dalle imposte.
  • La prossima seduta è fissata per mercoledì 27 agosto alle ore 20.00 in via Landriani.

Verbalista: Enrica Pesciallo

 

ASSOCIAZIONE  FORUM SVIZZERO PER IL DIALOGO INTERRELIGIOSO E INTERCULTURALE

VERBALE DELLA SEDUTA DEL 29.04 in via Landriani 10 a Lugano

Presenti: Lucette De Picciotto, don Rolando Leo, shaikSamir R. Jalassi, Past. GiuseppeLa Torre.

Per la proposta del lavoro giovanile, sh.Samir e don Rolando organizzeranno in incontro con giovani interessati in vista di creare un gruppo giovanile di dialogo e incontro, la data proposta è giovedì 22 maggio o il 12 giugno.

Si stabilisce la data del picnic domenica 22 giugno sul monte Bre'. sh.Samir organizzerà e coordinerà la preparazione dell'incontro mettendosi d'accordo con Lucette per il cibo ebraico e con Enrica per quello buddista.

Si decide che la conferenza del 5 giugno avrà come conferenzieri cristiani, buddisti e bahà’i. Gioseppe Valenti cercherà un conferenziere bahà’i. In autunno si organizzerà lo stesso incontro tra le religioni monoteiste. ilPast. la Torre contatterà Gino Driussi per la pubblicizzare presso i media la conferenza, con la preghiera di contattare anche Baobab, rete tre, radio 3i. Per il volantinaggio don Leo ha contattato un grafico che con circa 80 fr. preparerà un volantino predisposto dal Past. la Torre.

Ci si incontra per organizzare la SDR tra martedì e giovedì 10-12 giugno. Il presidente chiederà a Enrica se vi sono novità per la registrazione dell'associazione (sh.Samir si rende disponibile ad aiutare Enrica). Si dovrà predisporre una conferenza stampa metà maggio.

La seduta è tolta alle ore 21,30.

Verbalista G. La Torre

Associazione per il dialogo interreligioso e interculturale

Verbale della seduta del 25 febbraio 2014

Lugano, via Landriani 10, ore 20,30

Presenti, G. Coen, L. De Picciotto, don R. Leo, sheik S. R. Jelassi, Past. La Torre

Assenti per giusta causa: E.Pesciallo, G. Valenti.

Si decide di fissare a Domenica 29 giugno la grigliata al monte Bre'.

Anziché tre conferenze, si opta per un'unica conferenza nel mese di giugno, accogliendo la disponibilità e la presenza di due monaci buddisti il 6 e il 7 giugno proposta da Enrica per e-mail. Dato che si tratta di un Venerdì e un Sabato, che impedirebbe la presenza della componente ebraica, si chiederà a Enrica la possibilità di anticipare al 5. Incaso contrario interverranno solo relatori buddisti e cristiani. il tema sarà  "l'uomo di oggi tra stress e spiritualità: buddisti, (ebrei) cristiani (e musulmani) a confronto". Si propone come luogo il centro parrocchiale di Breganzona. Don Leo verificherà la disponibilità. Si dovranno anche predisporre dei moduli d’iscrizione all’associazione da presentare ai presenti.

Si rimandano a settembre e ottobre

-          le altre due conferenze

-          gli incontri nelle scuole

Don Leo lavorerà sulla bozza di una lettera da inviare per tempo (entro giugno) alle scuole superiori per la nostra proposta culturale alle scuole (il tema sarà scelto in vista dei relatoridisponibili per le conferenze).

È accolta la riflessione dello sheikSamir di evitare, nelle conferenze, di presentare problematiche inerenti la propria religione o la propria comunità, ma di dare un contributoalla riflessione sul ruolo positivo che può avere la religione in vari ambiti di vita sociale e quotidiana.

Don Leo e sheikSamir s’incontreranno per predisporre delle proposte di attività giovanili in ambito dell’interreligiosità e interculturalità. Riferiranno alla prossima riunione.

Si rimanda alla prossima riunione la preparazione delle attività autunnali. La prossima riunione è fissata per martedì 8 aprile alle ore 20,30 presso i locali di via Landriani a Lugano.

Verbalista

Giuseppe La Torre

Sottocategorie

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen

AVVISO: I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. I nostri sono solo cookie tecnici, ovvero quelli in grado di registrare informazioni per non costringerci a digitarle ogni volta che visitiamo il sito.